Figura e Astrazione

Figura e Astrazione, Giancarlo Martelli e Patrizia Pacini Laurenti“, Articolo di A.R.D.pubblicato su Ingresso-Libero, Rivista bimestrale d’arte letteratura e fotografia, N.19, Marzo 2015, p.12
Link: http://www.ingresso-libero.com/pdf/19.pdf

Testo:
Dal 14 marzo al 6 aprile 2015, alla galleria La Corte di Felsina, mostra bi/personale di Giancarlo Martelli, pittore novarese e Patrizia Pacini Laurenti, acquarellista fiorentina.
Due artisti dallo stile molto diverso ma accomunati dall’ amore per l’arte sia astratta che figurativa. Giancarlo Martelli propone opere classiche, ritratti e paesaggi della sua prima maniera accanto alle ultime sue realizzazioni “Gli uomini di Carta” e i quadri informali degli anni Novanta-Duemila. Una carrellata d’ immagini che spazia dagli anni quaranta fino ai nostri giorni.
Ritratti, paesaggi, nature morte, ma anche vortici di colore, dinamismi cromatici dominano la scena dell’esposizione bolognese e soprattutto, nelle opere dell’ultimo quindicennio (dal 2000 al 2015), la grande protesta sociale espressa con la bella serie degli “Uomini di Carta” ovvero il profilo esistenziale di un’umanità, quella contemporanea, immersa in una crisi profonda, senza punti fermi su cui poter fondare la propria realizzazione. Siamo ricchi di mezzi per comunicare ma siamo rimasti privi di veri contenuti.
Patrizia Pacini Laurenti presenta 24 coloratissimi ed originali acquerelli con paesaggi, frutti, fiori ma anche raffinati temi universali, ritratti e omaggi alla storia dell’arte in un melange d’armoniosa macchia cromatica che avvolge lo sguardo di chi osserva le sue opere. Artista eclettica, durante i suoi soggiorni in varie parti del mondo ha potuto sperimentare molteplici tecniche d’utilizzo della tempera/acquerello realizzando un ricco carnet di lavori dallo stile inconfondibile. In tal modo è riuscita a caratterizzare un personale modus operandi, attraverso soggetti legati alle tematiche naturalistiche non convenzionali, un po’ metafisiche, un po’ surreali ma spesso legati a concetti cosmologici ed universali che, grazie l’acquerello, realizza con grande maestria. Mele siderali, chicchi d’uva che paiono particelle d’atomo: la natura viene raffigurata come una sorta di DNA del firmamento. Del resto come non comprendere che il singolo è legato al tutto? Che vita e materia naturali sono legate a vita e materia universali?

Anna Rita Delucca (Marzo 2015) Copyright

La mostra è visitabile tutti i giorni dalle ore 15-30 alle 19 fino al 6 aprile 2015 a La Corte di Felsina via S.Stefano 53. Bologna

(Cliccare qui sotto per vedere rivista completa)

19.pdf



_____________________________________________________________________________________________________

Patrizia Pacini Laurenti / Giancarlo Martelli, Cataloghi personali, in occasione della mostra “Figura e Astrazione“a La Corte di Felsina, Bologna, dal 14 marzo al 6 aprile 2015, Testo di A.R.D. Edito da La Corte di Felsina,(Bo), 2015.

Da sinistra: Giancarlo Martelli Anna Rita Delucca Patrizia Pacini Laurenti

______________________________________________________________________________________________________

Giancarlo Martelli“, Articolo di A.R.D. pubblicato su Clubpittori una finestra sul mondo dell’arte.Portale d’arte on line, 26/06/ 2017

________________________________________________________________________________________________________

“Patrizia Pacini Laurenti e il fascino dell’acquerello”, Articolo di A.R.D. pubblicato su Pittart.com portale di pittura diretto da Anna Maria Guarnieri, Anno 2016
Link: http://quadri.pittart.com/patrizia_pacini_laurenti_acquerello.htm

Testo:
Fiorentina di nascita, per tutta la vita ha soggiornato in molte parti del pianeta tra cui la Francia, dove ha approfondito la tecnica dell’acquerello e l’America, dove ha iniziato ad amare la pittura statunitense del Novecento.
Attraverso lo studio e l’osservazione delle molteplici correnti artistiche mondiali, Patrizia Pacini Laurenti è riuscita a crearsi un modus operandi del tutto personale, apprezzando in particolare i soggetti legati alle tematiche naturalistiche, scenari paesistici, fiori, frutti non convenzionali, un po’ metafisici, un po’ surreali, ma a volte legati anche a concetti cosmologici, spaziali ed universali che, grazie all’ acquerello, mischiato spesso ad altre tecniche pittoriche, realizza con grande maestria. Mele siderali, chicchi d’uva che paiono particelle d’atomo: la natura viene raffigurata come una sorta di DNA del firmamento. Del resto come non comprendere che il singolo è legato al tutto? Che vita e materia naturali, sono legate a vita e materia universali? D’altronde i suoi ‘concetti spaziali’, astratti e nel contempo tangibili, non sono altro che il risultato di un gioco di composizione/scomposizione dell’oggetto dipinto, per creare proprio questo trait d’ union tra terra e cielo, materia e anti-materia.
Non mancano comunque nel suo repertorio le tematiche sociali, filosofiche o d’attualità che con grande originalità l’artista crea ogniqualvolta un evento la colpisca emozionalmente.
La coscienza di vivere in un mondo che muta così velocemente da non concederci neppure il tempo di assimilare il senso degli accadimenti è un dato che Patrizia Pacini Laurenti rileva in molte sue opere di questo genere, come pure la constatazione dell’assenza di obiettività nella cronaca degli eventi che spesso si rivela come un’ingombrante componente dell’odierna società.
Si tratta di elementi insiti nell’ arte della pittrice toscana la quale, senza dubbio, trae spunto dalla scuola statunitense novecentesca del Precisionismo e dai suoi maggiori esponenti come Edward Hopper o Giorgia O’ Keffe, ma anche dall’ amore per l’Impressionismo francese e nel contempo per la metafisica di De Chirico.
Non dobbiamo però trascurare la formazione artistica in un luogo tanto significativo come Firenze, la sua città: i grandi maestri del Rinascimento italiano hanno enormemente influito sulla ‘poetica’ come nel gusto estetico dell’artista.
Anna Rita Delucca (anno 2016) Copyright

Patrizia-Pacini-Laurenti-e-il-fascino-dellacquerello-stamap.pdf
(Cliccare qui sopra per vedere l’articolo)

Eclissi

Mela siderale

Migrazioni

________________________________________________________________________________________________________

Patrizia Pacini Laurenti Figura e Astrazione“Articolo di A.R.D. pubblicato su Ingresso-libero, rivista bimestrale N.24, gennaio 2016, p.12
Link http://www.ingresso-libero.com/pdf/24.pdfk

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *