Gabriele Donelli

donellilasoffitta@yahoo.it

La sua poetica intrisa di reminescienze filosofico/intimistiche unita ad una tecnica che predilige l’acrilico ,col quale esprime la vivacità dei toni cromatici, dà come risultato, una concezione del ritratto assai sensibile ai connotati di una tradizione cubista, riesaminata ed elaborata con maestria, per consentirne una rappresentazione ascrivibile alla concezione di arte così com’è intesa nel nuovo millennio. Lo stile di vita silenzioso delle campagne lombarde, la “voglia romantica di vagabondare nei paraggi” come egli stesso racconta, lo spinge a cercare un modo per rappresentare le sensazioni interiori di quella natura e di quel paesaggio. Dagli anni ’70 si cimenta in questo stile pittorico che lo ha portato, con successo, a realizzare mostre ed eventi di rilevanza nazionale.

Testo di Anna Rita Delucca (maggio 2018 .Copyright)

Mostre a La Corte di Felsina:

-Ho in mente un paesaggio.Ricordando Giorgio Morandi


-Dentro al ritratto- (anno 2013)

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *