Luisa Bergamini

L’ arte di Luisa Bergamini  si è  espressa, nel  corso  del tempo, attraverso lo studio  dell’Informale, del  Materico,  fino  al  Concettuale ma  ha sempre avuto  come filo conduttore un aspetto  che ella stessa definisce   ‘ l’analisi  del   contenitore’ ovvero  il pensiero  creativo  come << una   grande scatola contenente il magma delle umane emozioni >>.Un contenitore  che  ha subito svariate modifiche nell’evoluzione creativa dell’  artista, fino a giungere ad una sintesi  estrema della composizione e  annullamento  del  cromatismo  : -‘L’oeuvre   au noir’ –  per poi ripartire , in una successiva  evoluzione,  riproponendo  i  ‘contenitori’ sotto  forma  di  ‘ Teche’  monocrome  ma in seguito,  di  ‘ Cassetti’ che, in un primo periodo, vengono dipinti sovrapposti su  reticoli  geometrici che simboleggiano  paesaggi  urbani ristretti ,le ‘case dormitorio’ dove la vita umana si  riduce in piccoli spazi chiusi in una sorta di avvilente  solitudine,  poi in un periodo più recente, si  trasmutano  in contenitori  aperti, come finestre sui ricordi    o chiusi, addirittura  senza maniglie ;sono i simboli  della memoria d’  un passato  che  qualche volta è  difficile ripercorrere

                                         (Testo  di  Anna Rita Delucca -gennaio 2017)  (Copyright)

Mostre  a La  Corte di  Felsina:

MiscellaneaExpo 3 -Art City -White Night – gennaio 2016

Cibo e lavoro =Dignità – Eventi correlati  a White Night Arte Fiera 2017

 

 

'Così è la vita'

‘Così è la vita’

 

 

 

 

 

inaugurazione mostra Cibo e lavoro= dignità

 

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *