Monique Laville

L’artista nasce come autodidatta e si ispira ai grandi maestri Impressionisti soprattutto Renoir, Monet, Pissarro e Sisley. Attingendo svariate tecniche sia attraverso lo studio autonomo sia tramite contatti con artisti emergenti e professionisti inizia a lavorare con olio , pastello, gessetti ma predilige la pittura a olio steso con una tecnica particolare : l’uso di un coltello al posto del pennello perché le consente di esprimere al meglio il proprio sentire usando uno strumento che plasma le forme, incollando ,unendo e separando il materiale cromatico con la massima libertà.
Il suo interesse per la storia di fine Ottocento la ispira nella rappresentazione di paesaggi agresti con personaggi in costume, lavori campestri, pesca , scene d’interni con frutti e nature morte.
(Testo di Anna Rita Delucca-Copyright)
Mostre più recenti a la Corte di Felsina : Artisti francesi a Bologna -Settembre 2016


I quadri  di  Monique Laville (foto  di  Paolo Bassi )(Foto di Paolo Bassi) . Inaugurazione (al  centro : Monique Laville) la-seine-aux-andelys
Les cueilleurs de lavandeNature morte au chapeau  de paille  La moisson d'antan   La promenade des Anglais à la belle époque   65x46   2013

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *