Paola Antonelli

Comincia a dipingere da autodidatta  negli anni Settanta  dedicandosi   al figurativo paesistico e  alla ritrattistica :  predilige la tecnica  ad olio steso con la spatola. Dopo una  fase di  interruzione,  dal Duemila   riprende a creare  e continua tuttora  (anche  insieme al  gruppo  femminile del Circolo ‘Sette di Quadri’ di Sestola, da lei  fondato) perfezionandosi  nella ritrattistica  ma  senza  smettere di trattare sia i soggetti paesistici che quelli  floreali .'L' ondaì  2014leo ok

Una delle sue prerogative artistiche è  proprio la  moderata caricatura di un mondo ch’ella  osserva ironicamente  e riproduce sulla tela ,evidenziando i caratteri umani mentre raffigura il bevitore di  birra o la combriccola di allegre vecchiette al caffè:  personaggi immortalati  in un’ inquadratura bonariamente divertita. 

(testo di Anna Rita Delucca  –  maggio 2015 – Copyright) ballo vaso bello                                      

 

 

 

 

 

 

Esposizioni  a la Corte di Felsina

 -‘Maschera e vita’- collettiva  .- Marzo  2013scanner copertina brochure 800

-Dedicato  ai fiori-  – Bo maggio  2013A5 MAGGIO GIUGNO giusto web

-‘Miscellanea Expo ’- Art City-White Night-Artefiera- gennaio 2014A5 GENNAIO jpg

– Dedicato  a Giorgio Morandi – 50° dalla scomparsa –Omaggio dall’arte del  Nuovo Millennio- giugno  2014 A5  jpg web piccolo -Miscellanea Expo  2-Art City-White Night-Artefiera- gennaio 2015

A5 gennaio 2015 JPG web piccolaCibo  natura e paesaggio nell’arte – 23 maggio -14  giugno  2015Copia di A5 maggio 2015 web

 

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *