Patrizia Da Re

                                                                    www.patriziadare.it  

Nasce come pittrice ma la sua grande  passione è la tecnica incisoria ,in particolare la xilografia ( antichissimo sistema d’   incisione, oggi divenuto  molto  raro ,  realizzato  con  martici in legno)  l’acquaforte  e  la tecnica a    punta secca

La sua prerogativa  principale è l’osservazione dei dettagli , anche i più insignificanti  ,da cui trarre spunto per le sue  idee creative ,  astratte e figurative  ,che quasi  sempre lavorando  a più opere contemporaneamente

‘Se lavorassi ad una sola opera , mi esaurirei, perché tutte le mie energie sarebbero troppo focalizzate,  perciò  ne inizio sempre tre contemporaneamente ……’

L’attenzione al particolare e l’osservazione minuziosa dei dettagli costituiscono  la chiave per aprire  le porte alla comprensione della sua  creatività..

Lo studio della natura o del  genere umano, recuperati  nella propria dimensione  di  realtà ,vera ma trasfigurata, attraverso l’occhio poetico  dell’interiorità .

Le macchie di  colore spontanee, su  segni studiati  e  definiti  con  cura ,contribuiscono      a rappresentare questo  valore  di  realtà naturale  delle cose che non necessita   di  forzate manipolazioni .

(Testo di  Anna Rita Delucca- maggio 2017 -Copyright)

Mostre a La Corte di Felsina:

Atlantis -Mare  e Sogno . 22-30 giugno 2017  

   

 

‘Atlante’ Incisione a due lastre ( la prima  a colla  graph  ,la seconda  a punta secca) -Tutto lo scenario si costruisce  sul cromatismo che colpisce d’impatto  l’occhio osservatore  ma pian piano,osservando  i dettagli , emerge la figura  di  Atlante  che regge su  di  sé il peso della sfera celeste  , definita nelle linee nere, sottili  ma marcate con pochi tratti  ,significativi,  di-segno

 

 

 

 

 

 

_

 

 

 

 

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *