Roberto Tomba

                                  info@robertomba.com      www.robertomba.it

Di lui hanno scritto importanti critici del calibro di Giorgio Celli dunque non resta molto da aggiungere se non che, concordando pienamente con l’accostamento tra R. Tomba e Mirò annotato proprio dal grande studioso bolognese,vorremmo azzardare un paragone tra il nostro pittore/(che nella vita medico/psicoanalista) e il suo illustre avo Cleto Tomba, eccellente maestro della terracotta che descrisse con bonaria ironia i vizi e le virtù del suo tempo. Osservando le scenette argute di Roberto, immediate, lineari, essenziali e pensando al suo cognome ci vengono subito alla mente le statuette divertenti e caricaturali del bravissimo ceramista bolognese vissuto in pieno Novecento. In Roberto  si manifesta la stessa arguzia ironica ,espressa  nell’incisività e sintesi  delle sue ‘vignette’ ,allo stesso modo  che nelle opere pittoriche di medio o ampio formato, lineari e composte ma nel contempo, allegramente originali.

Testo di  Anna Rita Delucca (aprile2018 -Copyright)

Mostre a la Corte di  Felsina:

-Manifesto Arte e Natura-Omaggio a Giorgio Celli – 21/ 29 aprile 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(foto di Monica Musiani)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

-Ritratti dal mondo  degli animali – anno 2014

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *