Stefania Zini

Stefania Zini

—————————————————————————————————-
@stefaniaziniart
www.etsy.com/it/shop/StefaniaZiniArt
—————————————————————————————————-

—————————————————————————————————-
Biografia
La pittrice bolognese, si autodefinisce ‘artigiana’ ma forse il modo più appropriato per determinare il suo operato creativo è quello di denominarla ‘artigiana/artista’.
Da anni, infatti, si cimenta nella sperimentazione di  tecniche miste  che, nel corso del tempo, l’hanno condotta  a perfezionare  le proprie qualità  creative già piuttosto originali, sin dai primi esordi. La pratica artistico/artigianale di Stefania Zini spazia dall’uso del legno a vari tipi materiali di riciclo, come vetri, sabbie, oggetti tratti  dalla natura ma pure materie plastiche e sintetiche di recupero.
La sua elaborazione manuale si  rinnova continuamente a servizio di un proprio, personale, linguaggio che si caratterizza per essere sintetico ed essenziale,  nell’ esprimere  l’idea ‘dentro’ l’oggetto stesso che  realizza con fervida creatività.
In questa sua essenzialità (che è sinonimo di una continua ricerca  di  semplificazione), in questa sua tendenza all’ astrattismo e in quel suo, sostanziale, approfondimento dei valori universali di geometrie e simboli, si  interseca un primario bisogno di esprimere concetti di preservazione della vita e salvaguardia dell’ambiente naturale

“Le tematiche, la poetica e i materiali utilizzati sono oggi principalmente ispirati, direttamente o indirettamente, dal e al mondo naturale attraverso paesaggi mediterranei, figure di animali, sassi, assemblaggi di materiali di risulta o di recupero e tanto  altro.” (Stefania Zini)

 Anna Rita  Delucca, maggio 2017
——————————————————————————————————-
Galleria opere
——————————————————————————————————-
Serie: Quadri a Quadretti Q&Q

Quadro a Quadretti N.25 + QaQ N.24 + QaQ N.14 + QaQ N.13
Tecnica mista (Dipinti su legno riportato su pannello )

Quadro a Quadretti N. 20 / N.21
Tecnica mista

——————————————————————————————————
Quadri a Quadretti è una serie di composizioni ispirata alla natura, nei temi proposti e nella scelta dei materiali utilizzati. Ogni quadro è numerato, è un pezzo unico nella sua combinazione di piastrelle in legno, disegni, colori. Realizzati in legno multistrato proveniente da coltivazioni certificate, legno massello recuperato da residui di lavorazioni, colla vinilica, colori e vernici di finitura all’acqua, cera d’api. La freschezza del “segno” semplice, abbinata alla calda materia legno, crea risultati differenti a seconda del tipo di combinazione e dei colori utilizzati; alcuni “QaQ” sembrano trasmettere uno stile primitivo seppure in veste moderna, in altri, gli elementi figurativi nel loro insieme suggeriscono una visione addirittura tendente all’astrattismo (S.Zini)
——————————————————————————————————-
Lavori realizzati con materiali di riuso

Sabbia Mare e Strutture non autoportanti.
Tecnica mista (pittura, creta, filo di ferro,compensato)

SETTI
Ossia separazioni funzionali alla ricerca e all’approfondimento dell’io, canalizzate verso il fuori per far scorrere le essenze vere, quando si realizzano le giuste condizioni naturali di maturazione, quando abbiamo qualcosa di noi da dare. La spirale forma perfetta, infinita, mai uguale come percorso catartico verso l’altro, verso il mondo. La natura come specchio per guardarci dentro e come monito verso tutti i comportamenti scellerati che l’uomo copie in assenza di umiltà e rispetto verso di essa.
Gli insetti selvatici in natura costruiscono il nido nella conchiglia, separando un uovo dall’altro con pareti in foglie e terra; ogni setto un uovo e il polline necessario per nutrire la larva che si andrà a formare e che poi si imbozzolerà . La prima a svegliarsi sarà la femmina al centro della spirale che con segnali avvertirà il fratello vicino e così a catena fino a far uscire il primo adulto, un maschio… Trasformazioni, incubazioni, nuove nascite, fusioni, condivisione, morte, danze…bianco, giallo, blu
(Stefania Zini)
Tecnica mista su pannello
Anno 2018

LETTI
‘Ossia scappatoia orizzontale oltre la coscienza,
morbido humus ricco nutre e custodisce,
sviluppo onirico interspecifico ,
paesaggio lattiginoso, orizzonte inclinato,
livelli mobili, travasi, galleggiamento precario,
cicloni, galere, occhi grandi, puzza,
forza, sopportazione, consapevolezza,
metamorfosi perpetua.’
(Stefania Zini)
Tecniche miste su tavola .Anno 2018

——————————————————————————————————-

PERNO
‘Corro immobile
Croce
Fisso
Sfarfallo
Volo inchiodato
Ruggine
Arrivo via
In picchiata
Barcamenarsi
Con gli occhi tappati
Digerisco
Scrutando
Pungendo
Margini della Rappresentazione’
(Stefania Zini)
Tecnica mista e riciclo su pannello.
Anno 2018

——————————————————————————————————-

Bacio in Spermateca
‘Le ovaie delle donne e le ovaie delle api, la gestione della capacità riproduttiva e delle risorse disponibili tutte, nell’interesse proprio e dell’insieme, di Tutti. Nelle api la spermateca è il ricettacolo dove viene contenuto lo sperma che all’occorrenza viene utilizzato per la fecondazione delle uova che daranno la vita ai fuchi (maschi); se l’ape regina non feconda l’uovo nascerà una femmina. Il bacio come congiunzione tra Natura intera e uomo, poi le risorse come pesi da equilibrare. Morigerato, parsimonioso, sobrio … vecchi termini e concetti in disuso di cui riappropriarsi; già gli altri esseri viventi sanno come fare, sanno gestire le risorse, fanno parte di un Tutto, e noi? Noi al momento ci contrapponiamo, noi usiamo e alteriamo, siamo fuori, dall’equilibrio Naturale’ (Stefania Zini )
Acrilico su pannello di legno.
Anno 2019

——————————————————————————————————-

Cosmogonico Eros
‘Eros l’Anima si desta, in una piramide, passando attraverso le sensazioni,le geometrie, e salendo, tende a un’idea di assoluto, di cosmico. Stefania Zini (riferimenti al pensiero del filosofo Ludwing Klages) Ma anche: ‘Cosmogonico Eros’ Con ali coniglie piramidi ideali congiungono geometriche galline prosperose chiappando simboliche tensioni stellate Stefania Zini Testo di accompagnamento al quadro “Cosmogonico Eros” – Stefania Zini’.
Acrilico su tavola di legno .Anno 2019

Mi manchi.
Non sono come te, io sono parte di te. Tu eri diversa, la distanza tra noi erano le differenze che mi hanno formato, identificato, rafforzato. Adesso mi sento menomata, il tuo esserci mi completava. Cullami, come nell’amniotico torpore, mentre tento di ricongiungere le mie parti.
Acrilico su tavola
Anno 2019

——————————————————————————————————-

TILT.La danza nera
‘C’è chi danza e c’è chi “guarda”.
C’è comunicazione, linguaggio, intelligenza.
Ci sono i colori, i profumi, le vibrazioni, la bellezza e la poesia.
C’è la danza circolare, della mezzaluna e quella dell’addome.
C’è orientamento, memoria, progettualità, futuro.
Poi ci siamo noi, ottusi senza lungimiranza, i nostri interessi economici, “la grande cecità”.
C’è un’agricoltura tossica, con metà delle api ed impollinatori selvatici già abbattuti.
Ci sono veleni, molecole chimiche sempre più potenti, cocktail micidiali di sostanze.
Allora la “danza” diventa nera,
confusa, incomprensibile, disorientata,
drogato presagio di morte’
(Stefania Zini).
Tecnica mista su pannello
Anno 2020

——————————————————————————————————-
Serie: Puranatura

Puranatura:Catalonga
Tecnica mista su tela

—————————————————————

Campana
Tempere, acquarelli, materiali naturali del posto

Campana. Chia. Sardegna
Tempere, acquarelli, materiali naturali locali

——————————————————————————————————-
‘Puranatura’ è una serie di composizioni che si ispira ai paesaggi ed alle suggestioni mediterranee. Realizzati direttamente sul posto con elementi della natura trovati nell’ambiente prescelto. Tecnica mista, acquerello, tempera
——————————————————————————————————-
Serie: Spurianatura

Spurianatura
Tecnica mista su pannello, acquerello
Opera realizzata con resti ritrovati in 30 cm. quadrati di spiaggia dopo una forte mareggiata.
“Se il prezzo degli ovini di cioccolato tenesse conto del loro impatto ambientale e del relativo costo sociale… ne venderebbero di meno!”S.Zini

——————————————————————————————————-
Disegno e varie

Amore

Sopra il muro, Sotto il cielo.
Tempera su pannello

————————————————————————————————

Morfosi
Acrilico su pannello

Interazioni
Tecnica mista su pannello

Amanti
Tecnica mista su pannello

——————————————————————————————————-
Lavori artistici/artigianali


——————————————————————————————————-
Serie ‘Le mie creaturine 100% riuso’

Besame mucho!

Scamaleonte

—————————————————————-

Starman

—————————————————————–

Carciofina

—————————————————————-

L’ Angelo della Determinazione
(Strettamente collegata all’opera ‘Mi manchi’)

——————————————————————————————————-
Questi lavori che l’artista denomina ‘Le mie creaturine 100% riuso’ sono realizzate infatti con elementi di scarto, di plastica riciclata, nell’ intento di trasferire un chiaro messaggio che tutto può essere riutilizzato per altri usi piuttosto che essere continuamente gettato, col rischio, perciò, di diventare possibile materiale inquinante
——————————————————————————————————-
Hanno scritto di lei
Dizionario degli artisti di Bologna A cura di Art Journal, Edizione Arte Contemporanea, Ottobre 2018
——————————————————————————————————-
Un Ponte di colori di Roberto Morgantini, A cura di Mario Rebeschini, Edizioni Pendragon,
Dicembre 2017
——————————————————————————————————-
Murale

Regine Api
Murale

———————————————————————-
Questo murale è stato realizzato dall’artista in occasione dell’evento ‘Murales Ponte di Stalingrado ‘a Bologna, anno 2017, insieme a gruppo di artisti riuniti per riqualificare il degrado attraverso l’arte.
——————————————————————————————————

——————————————————————————————————-
-Artista presente nel libro di storia dell’arte contemporanea Alla ricerca della Bellezza di A.R.Delucca, Cordero editore, Genova (gennaio 2019).Con una prefazione del Maestro Franco Murer

(Foto Dres Pat)



Testo
Proveniente dal mondo del design d’arredo, l’artigiana/artista-come ama definirsi- Stefania Zini, da anni si cimenta nella sperimentazione di tecniche miste che nel tempo, l’hanno condotta a perfezionare le sue qualità creative: dal legno a vari materiali di riciclo, vetri, sabbie, oggetti tratti dalla natura ma anche materiali plastici e sintetici di recupero. La sua elaborazione manuale si rinnova continuamente, a servizio di un linguaggio personale ed essenziale, nell’ esprimere l’idea nell’ oggetto che realizza con la sua creatività. In questa essenzialità, sinonimo di ricerca di semplificazione, tendenza all’ astrattismo e approfondimento dei valori universali delle geometrie, si interseca il concetto di vita reale e salvaguardia dell’ambiente naturale, espresso con forza in tutte le sue opere. Le forme dei suoi Quadri a Quadretti seguono ordine e linearità rigorosi nella composizione geometrica d’insieme ma, all’ interno di ogni riquadro, è raffigurato un simbolo, un segno, un messaggio che può provenire da mondi antichi e ormai perduti o da mondi paralleli che ci parlano di interiorità e meditazione. Le linee a raggiera o sezionate di certi suoi lavori come Letti e Setti richiamano alle regole della sezione aurea (o proporzione divina, come la evidenziarono gli antichi) con le sue proprietà geometriche e matematiche che si ripresentano nei diversi ambiti della natura e della cultura quasi a ribadire l’unione inscindibile tra l’elemento singolo e il Tutto universale. La continua metamorfosi della natura si muove come una sorta di spirale. Il mondo degli insetti ne costituisce l’esempio più lampante “… La prima a svegliarsi sarà la femmina al centro della spirale che con segnali avvertirà il fratello vicino e così a catena fino a far uscire il primo adulto, un maschio… Trasformazioni, incubazioni, nuove nascite, fusioni, condivisione, morte, danze…bianco, giallo, blu” (S.Zini). La natura riflette dunque, la medesima essenza a cui appartiene l’uomo che con essa si trova a convivere ma, nell’epoca contemporanea, pare che questo non sia più ritenuto importante. Ecco perché attraverso il riciclo dei materiali di varia natura, l’artista si cimenta a inventare forme e idee che possano quanto meno, attrarre l’attenzione, senza desiderio di ispirare bellezza:l’estetica, nel suo caso, consiste nel rendere l’oggetto d’arte un veicolo che permetta di stimolare un risveglio verso la Bellezza della natura, che nel nuovo millennio, è oramai una bellezza violata e ferita nel profondo. (Pag.169)
—————————————————————————————————–
Mostre
Riarteco 2020 maggio 2020
L’arte al tempo di Cattelan – Mostra collettiva presso La Staffa Arte – Bologna – Febbraio 2020
Miscellanea 2020– Mostra collettiva presso Galleria La Corte di Felsina – Bologna – Evento White Night Arte Fiera 2020 – gennaio-febbraio 2020
EroticArt 2019 – Mostra collettiva a Bologna presso Arte Bo di Bologna – settembre ottobre 2019
Mercurdo 2019 – Mostra mercato a Castelvetro di Modena – giugno 2019
Riarteco 2019 – Mostra collettiva itinerante: Genova presso Palazzo Comunale Tursi – Siena presso Galleria Olmastroni – Roma presso Sinerge Solidali – Napoli, Mezzocannone Occ – da Marzo a Giugno 2019 Vergato Arte, Artisti in vetrina, esposizione presso gelateria Le Streghe, Maggio 2019
Il Vialetto degli Artisti– mostra mercato Milano Marittima – Aprile 2019
Alla ricerca della bellezza – Collettiva e presentazione libro presso Galleria La Corte di Felsina, Bologna – Evento White Night Arte Fiera 2019 – Febbraio 2019
ArteFico – Mostra Mercato Artistico – Fico Eataly World – Dicembre 2018
Etsy Made in Italy Riccione – Mostra Mercato artistico – Play Hall – Dicembre 2018
ArteFico – Mostra Mercato Artistico – Fico Eataly World – Settembre 2018
RiArtEco – Collettiva itinerante presso Comune di Genova, Palazzo Comunale – Luglio Giugno 2018
RiArtEco – Collettiva itinerante presso Comune di Livorno, Biblioteca Bottini Dell’Olio, Livorno – Giugno 2018
RiArtEco – Collettiva itinerante presso Comune di Siena, Fortezza Medicea, Siena – Giugno Maggio 2018
Testi, Testimoni, Testimonianze – Mostra collettiva e concorso presso Circuiti Dinamici, Milano Vincitrice Premio copertina – Maggio 2018
RiArtEco – Collettiva itinerante ora presso Comune Ladispoli Centro e Cultura (Roma) – Maggio Aprile 2018
Gli Artisti non sono bancomat – Collettiva presso il Circolo La Staffa, Bologna – Aprile 2018
RiArtEco – Collettiva itinerante presso Camera di Commercio di Messina – Aprile 2018
Dai Caffè a facebook – Collettiva a Seven’s Bo, Bologna, A cura di Fabiana Maiorano – Febbraio 2018
Arte al Bistrot – esposizione a Les Pupitres Bistrot, Bologna – Febbraio 2018
I Simboli nell’arte – Collettiva La Corte di Felsina, Bologna – Febbraio 2018
No Waste, Yes Art – Interpolis Marevivo – Collettiva itinerante a Città Metropolitana Roma Capitale Oasi di Torre Flavia, Cerveteri Palazzo Ruspoli, Ladispoli – Gennaio 2018 Novembre 2017
Artisti alla Corte di Felsina, Cinque anni di arte e cultura – Collettiva Bologna – Dicembre 2017
DynaMarket – Mostra mercato artistico – Velostazione Bologna – Dicembre 2017
Atlantis, mare e sogno – Collettiva a La Corte di Felsina, Bologna – Giugno 2017
Murales ‘Regine Api’ presso Ponte Stalingrado Bologna – Marzo 2017
———————————————————————-

Intervista dal vivo di F.Maiorano su instagram

——————————————————————————————————
Per visualizzare tutte le locandine/ mostre cliccare sul pdf qui sotto
locandine.pdf
——————————————————————————————————
Mostre a La Corte di Felsina
Miscellanea 2020. Eventi correlati ad Art City White Night Artefiera di Bologna. Con il Patrocinio del Comune di Bologna

Bacio in spermateca



Rivista Ingresso Libero

Recensione mostra

Presentazione mostra
(foto di P.BassiI

Artisti all’inaugurazione


——————————————————————————————————-
Alla ricerca della Bellezza. Con la partecipazione di opere del Maestro Franco Murer. Eventi correlati ad Art City White Night di Arte Fiera Bologna 2019. 02/10 febbraio 2019.Con il Patrocinio del Comune di Bologna.



——————————————————————————————————-
I simboli nell’arte. In occasione di  White Night di  Arte Fiera  di Bologna -03/11 febbraio 2018 

                        Quadri a Quadretti(QaQ)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stefania Zini (a destra) con le colleghe artiste Martina Santarsiero e Irene Manente (Mariquita)

 

 

 

 

 

 

 

 


——————————————————————————————————-

——————————————————————————————————-
Artisti a La Corte di Felsina. Cinque anni di arte e cultura.Mostra collettiva per il quinto anniversario dalla fondazione dell’Associazione. 16/30 dicembre 2017

Stefania Zini accanto alla sua opera
(foto di C.Codato)

 

 

 

 

 

 

 

 




——————————————————————————————————-
Atlantis. Mare e Sogno – mostra collettiva di pittura e scultura dedicata al mare, alla sua conservazione e salvaguardia. 22/30 giugno 2017
——————————————————————————————————

——————————————————————————————————
—————————————————————————————————–

 

da sinistra :Martina Santarsiero, Anna Rita Delucca, Marina Candelori, Il Custa(Costantino Cacchione), Claudia Malaguti,Stefania Zini

‘Sabbia, mare e strutture non autoportanti’Tecnica mista (con materiali di riciclo)La predisposizione dell’artista all’ essenzialità e all’ uso di materiali di  recupero si riscontra evidentemente in questa opera creata con pochi e lineari tratti costruttivi, definiti da due linee orizzontali, nette, riempite con due cromatismi, sabbia/oro e blu marino,  sovrastati da coni a rilievo in creta e materiali metallici.
In questa essenzialità, sinonimo di ricerca di semplificazione, tendenza all’astrattismo e approfondimento  dei valori universali delle geometrie, si interseca il concetto di vita reale e salvaguardia dell’ambiente naturale, concetto espresso con forza, in questa opera che ne rappresenta l’idea.
Ogni essere vivente ha un rapporto vitale con la forza generatrice dell’acqua. Il mare come  simbolo ancestrale di vita e di  morte. Il mare come foriero di  speranza e  d’avventura ma può esserlo anche di disperazione e pericolo. L’umanità e la storia sono legate inscindibilmente agli elementi naturali della terra, del mare e dell’acqua: in  questi  elementi si è scritta, nel  tempo, la vita  del mondo (A.R.Delucca) Copyright

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

——————————————————————————————————-

——————————————————————————————————-

——————————————————————————————————-

stefaniazini@libero.it

CONDIVIDI SU:

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *