Monica Musiani

Assemblage

La pittrice bolognese   ,da anni ,si cimenta nella sperimentazione di  tecniche creative che la conducono nel  tempo a perfezionare  le sue qualità  artistiche.  Proveniente  dall’Accademia  di Belle Arti ,è stata  anche  allieva   del  prof. Luigi Mattei ,il grande scultore  del Cristo  ligneo della   Sindone ;  ha alle  spalle  un curriculum di mostre importanti, con note critiche   del calibro  di  Giorgio Celli e oggi ,raggiunta oramai  la  sua  piena  maturità stilistica,  realizza opere dalla connotazione  tendenzialmente ascrivibile  ai canoni dell’informale , soprattutto nei suoi paesaggi senza tempo  ma a volte ,pure negli avvolgenti  nudi   femminili  che, in taluni casi,riportano  alla mente  certe    morbide figure  che  furono  tipiche di  un altro  grande bolognese  della prima fase  del  Novecento:Carlo  Corsi . Attualmente, Monica Musiani lavora      con disparati  materiali  che  stimolano la sua  ricerca creativa come ,ad esempio, quelli   di  recupero  o d’  uso quotidiano  che,  uniti  alla pittura , si  rivelano  all’ artista come  eccellente mezzo creativo per realizzare composizioni  del  tutto originali

(Testo  di  Anna Rita Delucca – aprile 2017-Copyright)

 

 

Mostre  a La Corte di  Felsina:

-WOMEN- La figura femminile nell’arte  – 23 settembre – primo ottobre  2017 http://https://youtu.be/YZxnnS0S4yc

(video  di  Fulvio Leopardi)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Recensione critica di Fulvio Leopardi sulla  “La mostra dal titolo: “Women La Figura femminile nell’arte” presso l’Associazione Culturale La Corte di Felsina a Bologna intende sottolineare simbolicamente ed espressivamente, la figura femminile vista come segno profondo e tangibile di forte intimita’ personale e come estetica  di bellezza apparente, in una realta’ di vita di molteplici entita’. La “Donna” come crescita di trasformazione antropologica palese a diversi significati logici ed illogici reali ed irreali, ma allo stesso tempo di adita esteriorita’. Gli artisti in esposizione riescono ad armonizzare tecnica artistica, stile e strutturazione formale, producendo differenti e molteplici cromie, risaltando linearita’ tipologiche visuali estetiche dell’arte e usuali del “bello” e del “brutto”, viste come combinazioni di messaggio poetico e veritiero, suscettibilizzando la figura femminile in questo universo iconico e magico, come emblema di significato rappresentativo di vera e giusta personalita’.” (Fulvio Leopardi-Critico d’arte-Copyright)

**************************

-Viaggio nel  destino –   13-21 maggio 2017 

Nota critica  di  Fulvio Leopardi  :

Un lungo viaggio nel destino tra sogno, iperrealtà e status psicologico emotivo interiore, trasformerà

l’animo intrinseco dell’artista Musiani, dove segni, simboli onirici, surrealtà riflessa e animalismo di

libertà, è palese a una sensibile metamorfosi, che dà adito ad uno sguardo attraverso il riflesso di sé stesso. L’opera musianiana tra plastica tridimensionale e grafica espressiva, è l’alternanza tra visualità eccentrica e fluidità omogenea. Un lungo percorso di largo destino magico, ricco di mistero e di enigmatica apparenza. Un riflesso immaginativo tra lontani e ampi destini, dove figurazione cavallina, codici misteriosi si alternano sulla superficie telata tra infiniti viaggi fatti di larghi e affettuosi abbracci di poetica placida e di calda sensibilità, vista come decifrazione di speranza e veritiera salvezza.

(Copyright)

‘ Lo sguardo  attraverso il riflesso’  (Tecnica  :Assemblage)

 

 

Ti potrebbero interessare...

Una risposta

  1. Monica Musiani ha detto:

    Ringrazio per questa pagina che è molto bella e per avermi dato la possibilità di creare un opera diversa dalle mie solite opere. E di avermi dato l’opportunità di conoscere nuovi artisti e di avermi fatto sentire in famiglia. Un ringraziamento speciale alla Signora Anna che ha creduto nella mia arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *