Claudio Bandello

Gli studi  all’Accademia  di  Belle Arti  di  Bologna  sotto  l’egida di  Concetto Pozzati  e in seguito , Arti plastiche alla Saint Denis  di Parigi , l’hanno forgiato all’ analisi  filosofica, metafisica  e concettuale  dell’arte oltre all’  approfondimento  delle tecniche della pittura  informale ma l’attrazione innata verso  la Pop Art e le correnti che la contornano,  ha condotto  l’artista progressivamente, a realizzare lavori  indipendenti , connaturati  d’  una commistione  di  tutti questi generi creativi , acquisiti ed elaborati fino a giungere ad uno stile autonomo in cui tanto  il segno quanto  i giochi  di   pieni  e vuoti, costituiscono  il punto  focale che dà valore e significato  alle sue forme

  In nomine omenIn questo dittico , realizzato  con  tecniche miste  su tela (tra cui alcuni biscotti  dorati  )  sono presenti  vari  simboli  metafisici in cui la chiave di  lettura sta  nel  titolo stesso   dell’opera    

 ‘In nomine omen ‘ – Nel  nome (è ) il destino

(Testo  di  Anna Rita Delucca-gennaio 2017 )(Copyright)

Mostre  a La Corte di 2017:

-Cibo  e lavoro =Dignità – Art City-White Night Arte Fiera – Bologna gennaio 2017

-Masque -L’arte  del  travisamento -18-26 marzo  2017

La storica dell’arte Anna Rita Delucca parla dell’artista Claudio Bandello

 

Claudio Bandello -Mask (Foto di Paolo Bassi)

Claudio Bandello -Mask
(Foto di Paolo Bassi)

 

locandinavanvl e manentePAGINA ARTE art ingr lib scritto

bandello

manifesto

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *