Luci e colori dell’anima-La pittura esoterica di MariaLuigia Ingallati e Nagra(Graziella Massenz)

L’anima (termine di orgine  greca <ànemos> soffio,vento) rappresenta  l’aspetto vitale  di un essere vivente,  distinta dal corpo  materiale. In  epoca moderna contraddistingue l’ essenza della  personalità ma  l’anima è solo coscienza  o in realtà comprende in sé  anche l’inconscio? Al di là di qualsiasi  fattispecie  scientifica , religiosa o  filosofica, tale quesito se lo pone  la mostra  che presenta  le opere  di  Maria Luigia Ingallati  e Nagra (Graziella Massenz) ,due artiste dallo stile diversissimo  ma unite nell’intento di rappresentare  una  realtà invisibile, una dimensione   che oltrepassa il limiti del finito  e le barriere della fisicità, appropriandosi del mondo delle idee. Medianità ,interiorità ,inconscio ,sono le basi   di ricerca che accomunano  la creatività di M.L.Ingallati   e  Nagra pur differenziandole   nel loro modus operandi : infatti la prima  è orientata soprattutto nello  studio della figura  realizzando una pittura vivace ,quasi naif    e   maggiormente  nelle opere legate alle tematiche esoteriche ,quando cioè rappresenta le  coloratissime ‘Carte’ del tarocco bolognese o  certe  vivaci figure femminili   o  altrettanti   soggetti   faunistico/ floreali. Nelle opere  eseguite a tempera invece lo stile  cambia  , diventa più classico, addirittura  romantico . In tutti i  suoi quadri  però domina la ricerca intimistica ,l’ essenza  del sé  , del mondo e della natura .

Nagra  affronta le medesime tematiche  con uno  stile  decisamente  metafisico: l’artista altoatesina si  addentra  nel mondo ‘altro’ , in silenzio. in piena meditazione ma proprio  come  M.L. Ingallati , lo  fa  anche attraverso un’esplosione di  vivacità  cromatica che caratterizza   tutte le sue opere ,sia le architetture ‘esoterico/visionarie’,sia le raffigurazioni  paesistico/floreali    dove spesso campeggia  un lungo  filo dorato che avvolge  l’intero impianto  scenico. E’ il cordone misterioso  della vita che tiene unita la materia  al  cielo ( …come in cielo  , così in terra, come in alto,  così in basso : l’eterno <logos> d’Ermete Trimegisto) .

Anna Rita Delucca

Copyright

brochure  esternobrochure  int

Ti potrebbero interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *